a cadenza discontinua
Come se fossi
Edizione del 13/02/2019
Edizione Precedente >>

Mani in mano

Scrivere per resistere

Non capisco! Mi presento sono L’Alieno. Osservo il Vostro mondo che chiamate Terra, la Vostra nazione che chiamate Italia e non capisco, davvero non capisco.

Siete assopiti da un Paese che viaggia talmente veloce da non riuscire a fermarsi a pensare sulle azioni che si compiono e su quanto, a volte, il male che fate possa inevitabilmente ripercuotersi sulla Vostra stessa essenza.

La violenza e l’odio dell’ignoto mi rendono perplesso dal rivelare la mia identità di extraterrestre quando per neanche 1000 chilometri considerate un Vostro simile straniero. Forse non immaginate quanto sia profondo il cielo al di sopra delle Vostre teste. Non siete una civiltà evoluta siete solamente mediamente avanzati tecnologicamente.

Non capisco come riusciate ad impregnarvi di odio senza proferire parola, non capisco perché non siate un’unica civiltà che ha come scopo l’evoluzione, il bene della specie. Siete tutti contro tutti, in una corsa alla dispersione di energie nella inutile lotta  al disarcionamento di qualsiasi essere si possa frapporre fra Voi è la volatilità della conquista materiale.

Capisco però che siete troppo impegnati a guardare in basso o attorno a Voi e tanto che non riusciate a guardare le stelle e pensare che infondo siete come me piccoli e sperduti esseri intelligenti. 


di L'Alieno
17/01/2019

Commenta